L'unità d'Italia è una beffa, che comincia con una bugia.
Due Sicilie
  Eleaml


Associazione culturale “Due Sicilie”

Gioiosa Jonica - Marzo 2007

L’accoglienza che in questi giorni pubblici amministratori e cittadini calabresi hanno offerto all’ultimo rampollo dei Savoia è da considerare oltre che un’umiliazione anche un’indegnità civile e politica, sicuramente il risvolto di una preoccupante ignoranza della nostra storia sociale o il prodotto di pusillanimità e servilismo.

I Savoia sono arrivati in Calabria con le armi in mano, i possidenti li hanno accolti, il popolo ha resistito. In una fase di assestamento ideologico, inveceche proporre le loro idee, hanno ucciso spietatamente e barbaramente migliaia di persone inermi violando le loro stesse leggi, dopo di che hanno saccheggiato l’oro della pubblica amministrazione e dei sudditi; hanno esosamente rivenduto ai calabresi le terre che gli toglievano; con sistema tributario esoso specialmente con i poveri hanno portato alla disperazione l’intero paese meridionale, tanto che in trenta anni (1883-1914) la fame ha costretto all’emigrazione la metà della popolazione maschile adulta. 

Dal 1860 al 1945 hanno fatto di questa terra antica, epicentro della civiltà italiana e continentale, una squallida colonia.Tutti i figuranti dell’infame dinastia si sono coperti di vergogna di fronte al mondo e all’Italia intera; gli ultimi rampolli si sono macchiati persino di delitti infamanti.

Dai massacri delle popolazioni inermi nel primo decennio unitario alla vile messa in scena di Caporetto, i Savoia sono stati dispregiatori e nemici della gente di Calabria. Ignorare il passaggio di un loro discendente per le nostre città sarebbe civile, onorarlo, invece, è una vergogna collettiva.

Il presidente
Nicola Zitara





___________________________________________________________________________________

Per comunicare con Nicola Zitara potete inviare un messaggio breve anche senza dover indicare il vostro indirizzo di posta elettronica:



Se volete inviare una email a Nicola Zitara:

Email per Nicola Zitara - Yahoo


Se, invece, volete inviare una email a Nicola Zitara usando il nostro indirizzo:

Email per Nicola Zitara - Eleaml


Buona navigazione e tornate a trovarci.


___________________________________________________________________________________






vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].