L'unitā d'Italia č una beffa, che comincia con una bugia.
Due Sicilie
Eleaml


Associazione culturale "Due Sicilie"

di Nicola Zitara

(scarica l'articolo in formato RTF o in formato PDF)


Siderno, 1° Dicembre 2003

L'Associazione dà conto della sottoscrizione aperta due mesi fa per spedire a tutti i Comuni italiani (circa 8000) la formale domanda di eliminare dalla toponomastica cittadina i nomi di coloro che si resero maggiormente colpevoli del massacro dei partigiani dell'indipendenza meridionale, durante le operazioni di conquista delle Due Sicilie; partigiani che vennero definiti capziosamente 'briganti' dalla fazione unitaria.

Con le sovvenzioni ottenute presso imprese e privati di Siderno, Marina di Gioiosa e Locri, di cui all'allegato prospetto, si è provveduto a far stampare 4000 lettere, complete di busta e di un breve curriculum dei carnefici. E' stata altresì pagata la compilazione a stampa di 2000 indirizzi. Delle duemila buste già prone ne sono state spedite per posta 1250 e ne sono state consegnate a mano 150.

Si sono ottenute alcune risposte, in verità poche, tutte attestanti che nel Comune mittente non esistevano vie intitolate ai personaggi indicati. Diversa la risposta del Comune di Roma, in cui si dice che la richiesta dell'Associazione sollevava un problema di notevole portata storica, a cui l'Amministrazione Capitolina non era insensibile, ma non risolvibile senza sentire preventivamente gli organi dello Stato, come previsto dalla legge.

L'Associazione 'Due Sicilie' è consapevole che le sottoscrizioni finora ottenute vanno ascritte a una (peraltro apprezzabile e apprezzata) forma di amicizia personale e alla cortesia degli sponsor, che qui pubblicamente si ringraziano. L'associazione si rende altresì conto che il programma non può essere portato oltre nella forma dell'adesione amichevole. Per tal motivo ha definito un progetto consistente nella vendita, alle Aziende alberghiere, alle Pro-loco, ai Comuni, alle Province e alle Regioni, di 35 lotti da mille lettere ciascuno, ciascuna lettera contenente pubblicità turistica. Le lettere saranno indirizzate a tutti giornalisti iscritti negli albi professionali, essendo i giornalisti un buon vettore sia della comunicazione pubblicitaria, sia tema politico in oggetto.

I lotti sanno offerti ai potenziali acquirenti per la somma di 1.500,00 euro cadauno.

La vendita del prodotto sarà affidata, dall'Associazione, a persone introdotte nel ramo pubblicitario, e darà diritto a una provvigione equivalente a un milione di vecchie lire, al netto di IVA. Chi è interessato può formulare una richiesta scritta indirizzata all'Associazione, nella quale siano indicati i dati anagrafici e l'esperienza pregressa.

Se l'iniziativa avrà lo sperato successo, le somme incassate saranno impiegate a completare il progetto iniziale. Con l'eventuale surplus sarà finanziata una ricerca volta a dare un nome alle oltre 100 mila vittime del massacro di italiani compiuto in terra italiana da sedicenti italiani.

Se i caduti fascisti della guerra civile, da essi stessi promossa a partire dal 1943/44, hanno una tomba e ricevono un patrio ricordo, non si capisce perché debbano restare anonimi i nostri avi morti per difendere l'indipendenza della patria.

_________________________________________________________________________________
Sponsor al 22 nov. 2003
Banca Popolare Cooperativa - Siderno 300,00
Grafica Jonica - Marina di Gioiosa 250,00
I Portici - Siderno 500,00
Mimmo Salerno - Siderno 50,00
La Gru - Siderno 200,00
Gran Hotel Presidente - Siderno 150,00
Farmacia Pedullà - Siderno Sup. 50,00
Dott. Franco Mammoliti - Locri 50,00
Totale - Euro 1.500,00

 

Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilitā del materiale e del [email protected].