L'unità d'Italia è una beffa, che comincia con una bugia.
Due Sicilie
  Eleaml


Semeiotica separatista

di Nicola Zitara

Siderno, 22 Giugno 2007

(se vuoi, puoi scaricare l'articolo in formato RTF o PDF)

Il processo di separazione viene nascosto dalla cortina fumogena della politica nazionale, ovvero romana. Ma guardando con le lenti giuste, esso si vede. Eccome se si vede!

Il 20 giugno scorso il presidente Napolitano, in visita ufficiale all’Aquila, dichiara la Sua preoccupazione per la stabilità politica del paese. Lo stesso giorno, o forse il giorno prima, Umberto Stronzobossi, leader della Bassa Padana e frattaglie contigue,  lamenta che a completare il quadro antipadanista, a un presidente della Repubblica napoletano (di Napoli) si affiancherebbe da qui a non molto un presidente del Consiglio dei ministri romano, l’eccellentissimo Walter Cialtroni.

Mafia, camorra, ‘ndrangheta e banche – i picciotti del fu Garibaldi - tengono unita l’Italia, ma lo stesso Eroe dei Due Mondi e Passa, evocato da medium di Caprera, ha raso noto che ha deciso la ritirata del fantasma ‘Nazione italiana’ a partire dal 4 luglio, bicentenario della sua straniera nascita in terra straniera. Nizza gliela fregò Cavour in cambio di Firenze, l’Italia una e invisibile gliela fregherà l’Ufficio delle Imposte.





















___________________________________________________________________________________

 

Per comunicare con Nicola Zitara potete inviare un messaggio breve anche senza dover indicare il vostro indirizzo di posta elettronica:



Se volete inviare una email a Nicola Zitara:

Email per Nicola Zitara - Yahoo


Se, invece, volete inviare una email a Nicola Zitara usando il nostro indirizzo:

Email per Nicola Zitara - Eleaml


Buona navigazione e tornate a trovarci.


___________________________________________________________________________________






vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].