Eleaml


logo-retesud

I MERIDIONALISTI E DUOSICILIANI SI DEVONO MOBILITARE IN OGNI PARTE D’ITALIA E DEL MONDO IN SOCCORSO DEI PROPRI FRATELLI ABRUZZESI

6 Aprile 2009

Rete Sud, l’Associazione costituita da numerosi movimenti meridionalisti e duosiciliani, chiama alla mobilitazione tutte le associazioni, i movimenti, i partiti ed i compatrioti impegnati a difesa del Sud, ovunque presenti in Italia ovvero emigrati nel mondo.

In questo momento nel quale i nostri Fratelli d’Abruzzo stanno vivendo ore di angoscia e di dolore per il terremoto che ha provocato vittime e ingentissimi danni, la gente del sud non può, non vuole e non deve restare insensibile di fronte a questa tragedia.

In attesa che la situazione si stabilizzi e che si conosca la reale entità dei danni ed il numero definitivo di vittime e di famiglie senza più un alloggio, Rete Sud avvia una sottoscrizione a sostegno delle popolazioni colpite dal disastro.

Tutti coloro che intendono adoperarsi nella raccolta dei fondi il cui ammontare sarà costantemente reso pubblico e disponibile a qualsiasi richiesta di controllo, sono invitati a mettersi in contatto via mail con retesud@gmail.com.

Quanti utilizzano la piattaforma Facebook possono mettersi in contatto con la pagina http://www.facebook.com

Infine è in corso di attivazione un numero telefonico per la raccolta di fondi via SMS.

Sul sito: http://retesud.net/pro-terremoto-dabruzzo/ verrà costantemente aggiornato l’elenco delle associazioni partecipanti, l’ammontare dei contributi raccolti e tutte le iniziative avviate.

I fondi raccolti saranno destinati ad interventi di recupero e/o di ricostruzione di strutture pubbliche o private destinate ai bambini e agli anziani dei comuni distrutti e consegnati dai rappresentanti di tutti i movimenti partecipanti.

Inoltre, d’intesa con altre associazioni umanitarie, Rete Sud intende mobilitarsi anche per affiancare e collaborare per interventi sui luoghi colpiti dal sisma.

In questo momento di grande angoscia per migliaia di famiglie meridionali, è necessario unire gli sforzi superando ed abbattendo preconcetti e divisioni per mostrare che, nei momenti di grande difficoltà, la gente del sud sa dimostrare al mondo intero l’antica capacità, la grande serietà ed il preciso impegno.

Il Presidente Nazionale
di Rete Sud
Francesco Laricchia



comitati2sicilie

La nostra solidarietà alla nostra gente in Abruzzo

A nome del direttivo nazionale e di tutti i coordinatori dei Comitati Due Sicilie, il Segretario Nazionale dei CDS Fiore Marro manifesta la sua vicinanza alla popolazione abruzzese colpita dal terremoto. Ci auguriamo che i soccorsi siano efficaci e ben organizzati. Ai parenti delle vittime esprimiamo tutto il nostro cordoglio

Il nostro coordinatore abruzzese Giulio Larosa ci comunica che i telefoni e le strade principali per arrivare a L'Aquila sono tutte interrotte, per messaggi di solidarietà o per eventuali collaborazioni scrivete alla

larosa - indirizzo email

o telefonate al 333 3385955

Attiviamoci per la nostra gente in Abruzzo, senza fare da ostacolo a chi è addetto ai lavori altrimenti siamo solo di impiccio. Ci stiamo organizzando per un centro operativo.

Le fonti di informazione comunicano che:” La scossa di terremoto di magnitudo 6,7 della scala Richter è stata registrata alle 3.32 di questa notte ed ha avuto come epicentro L'Aquila. Il bilancio provvisorio dei decessi parla di 27 vittime, mentre la Protezione civile stima in 10.000 gli edifici lesionati, gli sfollati potrebbero essere nell'ordine delle decine di migliaia. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che ha firmato il decreto che dichiara lo stato di emergenza ha annullato la sua partenza per Mosca per recarsi nelle zone colpite dal sisma”.

Segretario Nazionale dei CDS 

Fiore Marro



lunedì 6 aprile 2009
TESTIMONIANZA:

Latina ore 3,32 del 6 aprile una scossa tellurica mi sveglia, penso subito all’Irpinia dove ho i familiari. Accendo  la TV e leggo il televideo: “ore 2 scossa di terremoto in Abruzzo nessuna vittima”, mi tranquillizzo pensando che quella delle 3,31 fosse stata preventivata e adeguatamente fronteggiata in un area meno vulnerabile.

Al mattino le notizie del disastro e alla sera in TV ascolto la testimonianza di una donna sopravvissuta, che afferma: “le scosse sono iniziate alle 12 ed alle 2 ci hanno fatto rientrare in casa”.

COSA E’ SUCCESSO, CHI SAPEVA? CHI NASACONDE  LA VERITA’?

Non pensare che non puoi essere d’aiuto o quel poco che hai possa non servire.

C’E’ bisogno di TUTTO, coperte, abiti, piccoli oggetti di uso comune.

l’Italia crede di essere tra le maggiori potenze mondiali spendendo 1000 euro al minuto in spese militari per una guerra coloniale in Afghanistan a difesa di interessi energetici USA  - oleodotto dal centro Asia al mar Arabico.

Eppure le case vengono giù come cartone.

Accedendo ai link sottostanti potrai sapere come rendere utile ciò che stavi per gettare.

Un sisma "disastroso" era stato previsto l'1/04/09 dal tecnico G.Giuliani. Bertolaso gli aveva dato dell'imbecille denunciandolo per procurato allarme.

MERIDIONALISTI E DUOSICILIANI SI DEVONO MOBILITARE IN OGNI PARTE D’ITALIA E DEL MONDO IN SOCCORSO DEI PROPRI FRATELLI ABRUZZESI

Terremoto Abruzzo: messaggi emergenza dalla rete

Per offrire aiuto e collaborazione

Terremoto Abruzzo: messaggi emergenza dalla rete 

l'associazione a.s.c.a.m. si mette a disposizione per gli aiuti

Il Codacons presenta una denuncia per concorso in strage "Una tragedia annunciata".

Terremoto Abruzzo: messaggi emergenza dalla rete
Per offrire disponibilità di alloggio

Terremoto Abruzzo: messaggi emergenza dalla rete

Servono coperte, vestiti, pannolini, latte in polvere, casse d'acqua e beni di prima necessità.

Terremoto Abruzzo: messaggi emergenza dalla rete

Donazione 

Cosimo Giordano



Manda un sms al 48580 da Tim, Vodafone, Wind, 3Italia e Fastweb.
Le quattro compagnie telefoniche d'intesa con il Dipartimento
della Protezione Civile hanno attivato la numerazione 48580
per raccogliere fondi a favore delle popolazioni terremotate

NOTA BENE - Verifica di aver digitato bene
il numero prima di inviare l'SMS



Rete di Informazione
Rete di Informazione
del Regno delle Due Sicilie
Notiziario Telematico - 7 Aprile 2009
Opinioni, storia, iniziative culturali, convegni,  avvisi, avvenimenti

PER AIUTARE LA NOSTRA GENTE

Adesso è il momento della solidarietà, adesso tocca a tutti noi dare una mano.

Chi volesse dare il proprio contributo per gli aiuti umanitari alla nostra Gente lo invitiamo ad indirizzare la propria offerta alla Caritas Italiana con la quale abbiamo instaurato una collaborazione finalizzata.

Chi, invece, volesse indirizzare aiuti per le infrastrutture, agli alloggi comuni ed alla USL Regionale Abruzzese può inviare le proprie offerte alla Regione Abruzzo CCP 10400000  causale “Pro Terremotati”.

Più velocemente è possibile mandare un sms “Pro terremotati” al numero  48580  con Tim, Vodafone, Wind, Tre Italia e si dona automaticamente 1 euro per gli aiuti e l’assistenza alle persone colpite.

Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte a

Caritas Italiana

C/C POSTALE N. 347013

causale

“TERREMOTO ABRUZZO”

oppure

tramite

UNICREDIT BANCA DI ROMA S.P.A.

IBAN  IT38K0300205206000401120727

Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:

 Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma

Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012

Allianz Bank, via San Claudio 82, Roma

Iban: IT26 F035 8903 2003 0157 0306 097

Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma

Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113

CartaSi e Diners

telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario di ufficio).

COMUNICATO CARITAS ITALIANA

Dopo il sisma di domenica notte in Abruzzo, Caritas Italiana si è prontamente attivata per coordinarsi e dare sostegno e solidarietà alle persone colpite.

Già da oggi, martedì 7 aprile, una delegazione guidata dal direttore di Caritas Italiana è presente sui luoghi colpiti dal sisma per incontrare il direttore della Caritas diocesana dell'Aquila e il vescovo incaricato regionale per il Servizio Carità e Salute. Nei giorni successivi si cercherà di fare il punto della situazione anche con il delegato regionale e con tutti gli operatori della Caritas diocesana.

Verranno individuati gli ambiti di possibili interventi dopo aver effettuato un monitoraggio dei diversi bisogni e si valuterà l'eventuale individuazione di un sito che possa fungere da Centro di coordinamento nella diocesi dell'Aquila, con un duplice ruolo

da parte di Caritas Italiana:

- sostegno alla Caritas diocesana

- riferimento per un coordinamento possibile per tutte le delegazioni regionali Caritas, per le Caritas diocesane, per le realtà del volontariato ecclesiale.

Caritas Italiana ha già effettuato un primo stanziamento di 100.000 euro e ha lanciato un appello alla solidarietà, a cui è possibile contribuire secondo queste indicazioni, specificando nelle causali "Terremoto Abruzzo". Nell’esprimere piena solidarietà alle persone colpite, e nell’assicurare la preghiera per le vittime e le loro famiglie, Caritas Italiana si è anche prontamente attivata per coordinare gli sforzi delle Caritas che hanno già offerto disponibilità ad intervenire da tutta Italia e anche dall’estero.

«Viva partecipazione al dolore delle care popolazioni» colpite dal terremoto in Abruzzo e «fervide preghiere per le vittime, in particolare per i bambini» sono state espresse da Benedetto XVI in un telegramma di cordoglio per le vittime del terremoto che ha colpito alle prime ore di questa mattina la città de L'Aquila e l'Abruzzo. Il messaggio è stato inviato dal Papa all’arcivescovo de L'Aquila, mons.

Giuseppe Molinari,

tramite il cardinale segretario di Stato

Tarcisio Bertone












vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del Webm@ster.