Eleaml



Fonte:
http://www.ferdysapio.it/

“TREMATE, TREMATE, I BRIGANTI SON TORNATI !”

Apprendiamo casualmente che Ferdy Sapio ci ha lasciato nel mese di maggio 2014. Ce ne dispiace, ci eravamo messi in contatto qualche anno fa e lui mi aveva inviato il suo testo: L'arco di san Lorenzo.

Addio Ferdy!

Mino Errico – 25 Ottobre 2014

TREMATE, TREMATE, I BRIGANTI SON TORNATI

Le avventure del brigante Crocco, ritornano nelle pagine di un romanzo “L’arco di San Lorenzo”, nelle canzoni di un cd “Canti briganteschi” e in uno spettacolo teatrale dal titolo omonimo. Perno dell’operazione culturale, Ferdy Sapio, un autore che ha scritto molti successi discografici, alcuni dei quali, tormentoni come: “Mon petit garcon”, “El Tipitipitero”, “Hey Signorina Mambo” e molti altri . 

L’artista nato a Melfi (Potenza), dopo aver fatto ballare milioni di persone nel mondo, con la sua musica pop-latin, dà alle stampe un romanzo dai forti connotati regionalisti (edito da Montedit editrice, prezzo Euro 7,50) e rievoca una saga familiare del 1860, nel dopo unità d’Italia. 

Dal romanzo Ferdy, ha tratto venti brani musicali, raccolti in un album, interamente cantato in dialetto lucano, dopo aver firmato successi in francese, inglese, spagnolo, portoghese, italiano. Il disco è molto teatrale, minimalista, con arrangiamenti essenziali e curati dallo stesso autore. E’stato registrato a Milano,con un fido collaboratore, l’ingegnere del suono Esaù, che ha lavorato con i maggiori artisti nazionali come Rettore, Berté, New Trolls, Matia Bazar… 

Il cd ha nell’interno,un booklet con i testi delle canzoni e le traduzioni in italiano. Dalla letteratura, alla musica, al teatro, il passo è stato breve. Così il progetto si è evoluto pian piano ed è lo spettacolo musico-teatrale, che Ferdy porterà in giro soprattutto nei comuni lucani, quelli toccati dalla storia dei briganti di Crocco. Nelle ultime pagine delle sue memorie, c’è un passo dove lui impreca giustizia a quelli che verranno, di dargli la giusta memoria. 

E’ quello che si propone questo progetto, che appartiene al patrimonio culturale della regione Basilicata, una favola sonora ed un documento artistico multimediale, da divulgare, per far conoscere la storia di questa terra, sconosciuta ai più. Ferdy dopo aver affrontato molte culture musicali, riparte da zero, esaltando la propria della Lucania e dandogli una musicalità propria,chiamata “Vultur Sound”. Melodie mediterranee, estratte dal back-ground popolare, personificate dalla figura di un Cantastorie senza tempo, danno corso alle vicende brigantesche del libro. 

L’artista deve far sognare e questo è un pretesto per farlo, con la lettura di un libro avvincente, con l’ascolto di un cd di canzoni dal gusto antico e con la visione di una performance teatrale. Ferdy si dichiara così erede, di coloro che hanno tratto dalla Basilicata, il loro humus per creare e narrare la storia di un popolo. Egli s’ispira a P. F. Campanile, R. Nigro, C. Levi, R. Scotellaro e nei libri di prossima edizione, pubblicherà altri romanzi, dedicati alla storia della sua terra d’origine: “Stupor Mixtic”, “L’oracolo di Melfi”, “ Spettri lucani”.

Canti Briganteschi

Cd di musica etnica lucana. Venti brani ricchi di sole del mediterraneo, di tammurriate, ballate, tarantelle, sirtaky, fado Registrato al Prosound Tecnology studio (Mi).

Musiche e testi, arrangiamenti e produzione di Ferdy Sapio. Registrato e mixato all'Esa Recording studio (Mi) su Protools dall'ing. del suono: Esau. Chitarre, tastiere, armonica mandolino, voce di Ferdy S. Chitarra classica in "Mundagn mundagn" di Marco Pinna, cori by studio Barzan ORS. Un grazie agli enti, comuni e associazioni per la fiducia riservata verso questo progetto multimediale. Per maggiori dettagli: http://www.ferdysapio.it

Abbiamo inserito i demo di due canti CantastorieSo Crocc.
Se vi interessa il CD, contattate direttamente l'autore, collegandovi al suo sito.

L'Arc d Sand Laurinz
  • Intro
  • Cantastorie
  • Taranta
  • L'Arc d Sand Laurinz
  • Scarcavascih
  • Giusumena
  • Scazzamauridd
  • So Crocc
  • Mundagn mundagn
  • Terra nostra
  • Scappat scappat
  • Sentieri briganteschi
  • Red e durm
  • Uerra sand
  • La resa
  • Banditore
  • Cantastorie finale

"Scarcavascih" e una canzone popolare, che appartiene al patrimonio culturale della regione Basilicata.

Curriculum

TREMATE, TREMATE, I BRIGANTI SON TORNATI

Le avventure del brigante Crocco, ritornano nelle pagine di un romanzo “L’arco di San Lorenzo”, nelle canzoni di un cd “Canti briganteschi” e in uno spettacolo teatrale dal titolo omonimo. Perno dell’operazione culturale, Ferdy Sapio, un autore che ha scritto molti successi discografici, alcuni dei quali, tormentoni come: “Mon petit garcon”, “El Tipitipitero”, “Hey Signorina Mambo” e molti altri . 

L’artista nato a Melfi (Potenza), dopo aver fatto ballare milioni di persone nel mondo, con la sua musica pop-latin, dà alle stampe un romanzo dai forti connotati regionalisti (edito da Montedit editrice, prezzo Euro 7,50) e rievoca una saga familiare del 1860, nel dopo unità d’Italia. 

Autore, compositore, cantante nato a Melfi e milanese d'adozione. Diplomato al Liceo Artistico, frequenta il primo anno di architettura che poi lascerà per dedicarsi alla musica.

Dopo diverse esperienze nel campo musicale la sua ricerca l'ha portato a collaborazioni e contaminazioni di differenti culture e tendenze. Dall'afro al jazz, dal latino alla musica soul, dal blues alle melodie mediterranee, tutti generi affini al suo modo di essere e, soprattutto, vissuti come stili di vita di musicista e artista.

Il suo strumento è la chitarra ma compone anche al computer cercando di dare un'anima là dove la tecnica finisce di dare il suo contributo.

Durante gli anni '80 comincia a Milano come guitar man nei locali e, durante l'estate, nei villaggi turistici. Nell'86 fonda una band, "Boulevard", con cui incide un demo di musica soul-funk elogiata in una recensione del settimanale "Ciao 2001": la cantante Jenny B inizia qui la sua carriere come corista. Di seguito incide alcuni 45 giri per la Yonkars Edizioni tra cui "Mexicana", scritta insieme al paroliere A. Testa.

Negli anni '90 s'interessa di pittura e poesia, conseguono alcune mostre e pubblicazioni di alcuni brani editi da Firenze Libri Ed.

Tra il '93 e il '94 lavora sulle navi "Costa" in America e lì apprende nuove sonorità e stili musicali. Serate anche a "Little Havana" di Miami. Successivamente presenta il Karaoke per Milano in piazza Duomo. Nel '95 la rivista "Futura Music" allega un CD con un brano di Ferdy ed esce per la Dig it un "mix dance" cantato e scritto in collaborazione con l'Hammil Studio. 

Inizia così a fare il vocalist nelle discoteche e a sentire come il battito della dance può essere unito alla melodia. Nel '96 firma il primo contratto con la New Music International con il duo Andy e Ferdy da cui conseguono due brani hip hop and soul. Nel'98 ne firma un secondo ed incomincia a scrivere per altri artisti.

TREMATE, TREMATE, I BRIGANTI SON TORNATI


Prima per Josh Colow scrive "Universe in Love"(dance), poi per Cecilia Gayle l'hit estivo con balletto latino e videoclip "El Tipitipitero", sicuramente la canzone più famosa di Ferdy, oramai uno standard della musica da ballo.

Per Lady G. invece un dance "Let's make love" il cui testo è stato scritto con Neja. Nel 2000 compone per Paolo Belli "Hey Signorina Mambo",( latin-swing, videoclip girato a Cuba) sigla televisiva Rai, inserita nella colonna sonora del film "Al momento giusto"di Giorgio Panariello e nella CD compilation del Grande Fratello.

Ancora un pezzo latino per La Familia Loca "Un dos tres un deux trois" in collaborazione con Edoardo Cespedes. Nel 2001 per i Los Locos scrive "Tum Tum", canzone latina con balletto e videoclip. "Viva la vita" (latin music, leit motiv del sabato sera di Rai Uno) ancora per Paolo Belli. "Mon petit garcon" per la cantante francese Yu Yù.

TREMATE, TREMATE, I BRIGANTI SON TORNATI

Per Lady Violet scrive "No way no time" e "Stop". Pubblica un CD "Songs and Songs" 13 canzoni che lo rappresentano sia come cantante che come autore e che si può trovare solo sul sito personale www.ferdysapio.it. Un laboratorio artistico virtuale in più sezioni dove dà anche alle stampe il romanzo "Stupor mixtic". Attualmente effettua delle performance musicali con coreografie e musicisti "La Fiesta del Sol" dove presenta le varie canzoni più significative della sua carriera.

Ferdy si considera un "mediterranean man" con lo sguardo non a sud, ma rivolto al mondo intero, aperto a tutto il sapere e le conoscenze di tutte le civiltà: questa è la visione aperta e lo spirito con cui si esprime, sconfinando in nuove tematiche vicino alla New Age.

Tiene annualmente dei concerti a favore dell'associazione Agape (dell'ospedale "Casa del sollievo della sofferenza" di S. G. Rotondo) di cui è socio onorario.

















vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del Webm@ster.