Eleaml


Gruppi musicali

Dalla tarantella napoletana alla terra del lupo alla pizzica salentina ai canti sui brigan ti

 

 

Napolincanto

"Di fronte alla donna, al mare, alla terra, al cielo stellato, lo sguardo non si limita all'impressione, ma sollecita l'uomo a ricercare qualcosa d'altro; questa mancanza, nelle canzoni napoletane è espressa dalla malinconia o dalla nostalgia piena d'attesa."

Gianni Aversano

Napolincanto


 

I Cantalocunto

Le vicende dei “nostri” briganti nell’Italia post-unitaria sono state ingiustamente trascurate e colpevolmente dimenticate. Questo lavoro vuole riacciuffarle per i capelli e tirarle fuori dall’oblio della storia perché riteniamo che anche in esse affondino le nostre radici e proprio per questo esse abbiano tutta la dignità e lo spessore culturale necessarie per essere condotte all’attenzione di chi, come noi, ritiene che ci possa essere un brigante nel passato di ognuno di noi.

Storie di Briganti

 

 

Li ZzuorRi

I brani sono eseguiti dal gruppo anche attraverso coricerti che ripropongono all' ascoltatore la misticita' del popolo meridionale, la sua atavica cultura oggi piu' che mai da salvaguardare e trasmettere alle generazioni future.
Il ritmo dunque e' la base che li ha ispirati e che faranno rivivere momenti ancestrali dell'antico popolo della stirpe del lupo.

Li ZzuorRi

 

 

Il gruppo Zoe

" Dopo "Pizzicata", il gruppo Zoe' ha rinnovato la collaborazione con il regista conterraneo Edoardo Winspeare: il risultato, splendido, è nel film (dove vedete Lamberto Probo e Pino Zimba, i due travolgenti tamburellisti della formazione) e in questo cd che ne porta il nome. Registrato nella masseria storica dei Winspeare, ospite l'incredibile armonicista Umberto Panico, Sangue Vivo è un fiotto d'energia sferzante, fecondo, assolutamente inarrestabile, selvaggio e dolcissimo nelle voci."

Marco Boccitto, Alias (Manifesto) - 29 Luglio 2000

Il gruppo Zoe



 

Altrosud

L'associazione nasce sul filo di una nostalgia che ha attraversato le nostre personali traiettorie di vita, consumatesi per lo più altrove, lontano da casa, per dirla con la lingua dei nostri padri.
"Torno a sud" è l'indicazione di una rotta possibile per ritrovare, in una condizione dello spirito piuttosto che in una regione geografica, una perduta capacità d'azione.
Non ci appartiene il sogno febbrile del restauratore, la pazienza certosina dell'archeologo, l'elegia struggente del poeta.

Altrosud









vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].