Eleaml


Un re definito da Acton "filonapoletano"

FERDINANDO II

<>Dopo Carlo III a ragione può essere considerato uno dei maggiori sovrani borbonici. Nacque a Palermo il 12.10.1810, ascese al trono - giovanissimo - l'8 novembre 1830 e morì infermo il 22 maggio 1859 nella reggia di Caserta.

La storiografia patria ce lo ha consegnato come il Re Bomba, torturatore di patrioti e di liberali.

Da qualche parte si vendono ancora storielle ufficialmente smentite - come documenta Carlo Alianello - dallo stesso autore dell'affermazione (in un sito leggiamo "il suo regno divenne un governo di mera polizia e giunse a sollevare lo sdegno anche dello statista inglese William Gladstone che lo definì negazione di Dio.").

Sotto Ferdinando II, al contrario delle innumerevoli falsità tramandateci, il Regno del Sud si era avviato sulla strada della modernizzazione - e questo viene ampiamente spiegato ne "LA STORIA PROIBITA" - e se non fosse giunta l'unificazione a interromperne il cammino il Meridione sarebbe diventata una nazione moderna e prospera.

Per quanto riguarda più specificatamente Re Ferdinando, sono stati compiuti interessante tentativi di ricostruirne la figura al di fuori degli stereotipi risorgimentali, ma ancora molto resta da fare soprattutto per quanto riguarda la vita economica nel trentennio che lo vide alla guida del Regno Napoletano.

Interessante - al di là del titolo fuorviante - è l'ultima fatica di Campolieti, il quale cerca di restituirci una immagine lontana dalle infamie risorgimentaliste.

 

Ferdinando II

FERDINANDO II

 

ponte ferdinenandeo

Ponte ferdinandeo
 

Ferdinando II

Il primo battello a vapore del Mediterraneo

 

Torna su

 

Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].