Eleaml


I demagoghi a gogò

di Bruno Pappalardo


26 aprile 2012

I giornali d’oggi titolavano: “Napolitano: degenerazione della politica  che deve rinnovarsi  tenendo lontano i demagoghi di turno e dall’antipolitica ”.Beh, questo il senso,… poi ogni testata ha formulato il proprio titolone.

E’ stato chiaro che alludesse a tutte quelle forme di “antipolitica” e in special modo a quella del malefico  “Grillo  Parlante”,  al Beppe nazionale, al suo noto  movimento  di “cinquestelle”del quasi 8%.

Grillo ha risposto per le rime e la parola “salma”, di cui tutti vogliono che sia stata riferita al Presidente Napolitano, era rivolta invece, non a lui (anche) ma agli “zombi”  dell’ attuale  politica che sfilavano ieri, giorno della “Liberazione”.

Ma cos’è esattamente l’antipolitica?      

Il dizionario di italiano Garzanti dice che è un aggettivo sostantivato di chi è “contro” la politica ( deriv. greco “anti”, contro) chi è avversa ad essa. Designa “quell’atteggiamento di chi dichiara la propria estraneità al mondo politico, per lo più in segno di protesta nei confronti dei meccanismi di potere, del sistema dei partiti eccetera” I primi sono stati quei movimenti di natura non partitica, che hanno raccolto vasto eco e notorietà  per l’avversione dei comuni cittadini nei confronti delle bassezze e dei troppi privilegi della classe politica italiana. Il dizionario fa riferimento anche all’ assurdo comportamento di una “antipolitica” che è dentro al sistema istituzionale con  taluni rappresentanti politici che ne “ignorano o ne scardinandone le regole”. Che sia anche il Garzanti demagogo?e, allora cos’è la vera demagogia?

Sempre lo stesso dizionario dice: ( Dal gr. demagoghía, deriv. di demagogós ‘demagogo)  forma corrotta di democrazia in cui i governanti fanno promesse e concessioni alle masse popolari al solo fine di mantenere il proprio potere.

Ora chiarito i due termini sotto la lente dell’opinione pubblica e massmediatica (che è la stessa cosa) inviterei a ragionare su certi aspetti:

 La nostra Costituzione all’art.21, interpreta e dice:  “i soggetti titolari del diritto sono "tutti", cioè sia cittadini che stranieri, sia come singoli che in forma collettiva, poiché necessaria a dar corpo e voce ai movimenti di opinione concernenti interessi superindividuali”e, inoltre, “tutti” hanno diritto di accesso ai documenti amministrativi per il diritto di essere informati. Diritto di espressione come modalità di divulgazione garantita, ossia libertà di utilizzo; Ma precisa tutti o costoro hanno la libertà di informare e la libertà di essere informati. Hanno la libertà di pensiero (corollario dell’art.13) che prevede l’inviolabilità della libertà personale tanto fisica che psichica. Ciò è anche fondamentale nella concezione dello Stato liberale;

 Riteniamo che Grillo abbia violato questi principi? 

 Riteniamo che Grillo e i suoi, abbiano  partecipato alle agoni elettorali utilizzando mezzi e modalità non previste dalla normativa prevista per consultazioni elettorali, votazioni, ballottaggi?

Riteniamo che gli eletti del movimento cinque stelle che oggi occupano gli scranni dei consigli comunali, provinciali e regionali non legittimamente?

Dato che il movimento “cinque stelle”e Grillo ha utilizzato tutti i mezzi, i modi e le procedure indicate dalle leggi dello stato Italiano e dalla Costituzione, ebbene, perché Grillo, i grillini e lo stesso movimento rappresentano  l’antipolitica? 

Forse perché e demagogo?

Ma stando al dizionario,  ha mai corrotto qualcuno o abbiamo prova di corruttibilità? Ha promesso qualcosa che poi non ha mantenuto? Se lo ha fatto, questo è stato utilizzato per mantenere il proprio potere? Ma quale potere? Ma  Il movimento “cinque stelle” ha un potere?

L’unico potere che ha è la sua politica (difficile da capire per i politi al parlamento, o per meglio dire non vogliono capirla, si farebbero ammazzare) è avere quell’8% che potrebbe diventare  una realtà e sottrarrebbe  poltrone a chi vi è inchiodato!

Ma allora il Demagogo chi è? E, quale è la vera “antipolitica”?

La demagogia è tipicamente riguardante  chi possiede un potere (politico e di qualsiasi altro genere) che avendo fatto promesse non mantenute, ha scippato voti alla probità dei cittadini, acquisendo l’ingresso in Parlamento, massima espressione delle nostre istituzioni.

Cosa e chi è dunque demagogico? La politica attuale espressione dei nostri rappresentanti in parlamento!

Cosa e chi è “antipolitica”? E’ la stessa politica che non svolge la propria funzione, ossia quella che ha  luogo nel  nostro Parlamento e tutte le altre forme ed enti istituzionali. Tutti coloro che non ripagano  i cittadini delle promesse  a loro fatte e  da cui hanno avuto mandato. Quella delle istituzione che neppure ripaga del credito di eticità, lealtà, benessere mediante servizi sociali e assistenziali. Quella politica che non onora il debito, in solido, a quei cittadini che hanno lavorato per essa/e e mandati alla miseria. Questa è la vera antipolitica.

Ora sarò più chiaro! Non sono un grillino e neppure sarò di quell’8% ma ho vissuto, con tanti altri, per anni lo stesso ostracismo, la stessa riprovazione per amare la mia terra, per essere stato cocciutamente meridionalista. Deriso da questa politica come scriteriato, mentecatto di una idealità tendente a illusori separatismi.  Tendevo  al riscatto concreto di me stesso e della mia gente. Con loro ho sofferto; con i miei libri e i miei documenti comprovanti il marchio di mille sconfitte fin’ora. Cocciuto meridionalista ho paura di questa anti/politica perché inetta e incapace. Cocciuto meridionalista ho paura per la mia terra. Cocciuto, ho paura che in sala dove si presenta un nuovo lavoro di uno scrittore che scrive da storico  e del Sud,  si ghigni ancora con i soliti luoghi comuni, per schernirci perché così, maggiore è la possibilità di mantenere la propria poltrona di direttore di un giornale del sud.

Io, ho paura che i veri demagoghi si nascondini dietro i neri vetri di un’auto blu, io ho paura…

di Bruno Pappalardo, SUDVOX,  , 26.04.2012 






vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].