Eleaml


Gioia del Colle, percorso ripreso.

di Fiore Marro

Caserta  7 gennaio 2010

 Riparte da Gioia del Colle il percorso iniziato a Caserta nell’ottobre del 2007, iniziato e poi interrotto ad arte da chi ha fatto del dividi et impera il suo mestiere, grazie a Dio stavolta non è stato così, nessuna mozione da contrapporre per creare ancora e ancora dissapori e rotture è stata presa in considerazione , lavoriamo su ciò che ci accomuna è stato il leit motiv della riunione programmatica, una vera,  leale e sincera idea di dialogo.

Certo sarebbe assurdo pensare che il più è fatto,sarebbe adolescenziale credere che una decina di movimenti rappresentano tutto il sud italico , ma nella cittadina dell’entroterra pugliese i movimenti meridionalisti presenti si sono sforzati di raggiungere una alleanza e gettano come dice il comunicato di Rete Sud  le basi dell’Unità Meridionalista.

La firma di Ezio Spina per i CDS apposta sull’accordo programmatico e la partecipazione al consiglio direttivo nazionale del Comitato Lucio Barone di Angela Dinuzzi della sezione regionale pugliese del nostro movimento sono l’ulteriore conferma da parte nostra che la volontà di dialogo, di collaborazione, di comprensione e di unità esiste , senza però rinunciare,mai, ad operare a 360° come da sempre il nostro sodalizio usa fare.

A noi non interessa essere anticomunisti o antiberlusconiani, il nostro lavoro è teso e finalizzato a migliorare il territorio meridionale prima e ripristinare la Nazione Due Sicilie come termine ultimo del progetto, sia in campo economico che sociale, sia politico che culturale, usando  ogni mezzo e  ogni azione, usando qualsiasi “arma” per ottenerlo.

Il nostro progetto non è un dogma e non è l’unico modo di effettuare la lotta di liberazione nazionale ma è uno dei tanti ed è quello che abbiamo scelto.

Come da comunicato dei responsabili di Rete Sud  è stato definito l’organigramma ed il programma di massima del Comitato Lucio Barone finalizzato al recupero e alla dignitosa tumulazione dei resti dei Patrioti del Sud esposti nel museo Lombroso di Torino.

Tra qualche giorno noi del direttivo nazionale dei Comitati Due Sicilie avremo un incontro con alcuni movimenti e compatrioti calabresi, nella prospettiva di allargare sempre di più il fronte unitario duosiciliano, augurandoci anche in questo caso  che saranno rispettate le nostre e altrui ragioni e visioni di lotta identitaria, sforzandoci però di proseguire quella idea di fronte comune che deve caratterizzare il lavoro iniziato a Gioia del Colle.

La giornata in onore del Sergente Romano ci ha visti tra l’altro spettatori di un evento emozionante, conoscere e abbracciare una discendente diretta dell’Eroe Duosiciliano, la giovane professoressa Chiara Curione, che ha salutato i convenuti ricordando le gesta epiche del suo avo.

Agli organizzatori della due giorni pugliese,Diego Eramo e Francesco Laricchia un ringraziamento da parte mia a nome di tutti gli esponenti dei Comitati Due Sicilie.

Forza e onore

Fiore Marro

Segretario Nazionale

Comitati Due Sicilie





comitati2sicilie















vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].