Eleaml


Secondo noi un comunicato deve avere una struttura altrimenti non veicola alcun messaggio. Deve evitare le maiuscole perchè lo rendono illeggibile e perchè su internet il maiuscolo equivale a urlare. Noi ovviamente non abbiamo nè il tempo nè la voglia di sistemare i msg che ci inviano, anche perchè cambiare la struttura vuol dire apportare delle modifiche. 

In genere se un msg non ha una sua leggibilità evitiamo la pubblicazione.

Altra precisazione, se i msg sono numerosi selezioniamo quelli da pubblicare per mancanza di tempo. Infine, se si attaccano persone in riferimento a situazioni che noi non possiamo verificare, noi non pubblichiamo, quindi meglio mantenersi argomentativi.

Anche se potranno apparire banale, questi sono i motivi che ci portano ad archiviare e a non pubblicare taluni msg.

Zenone di Elea - 20 ottobre 2009

convenzione nazionale dei partiti del sud - gaeta 17 e 18 ottobre 2009

Sud Libero

20 ottobre 2009

dalla convenzione nazionale dei partiti del Sud, tenuta a Gaeta il 17 e18 ottobre 2009, è nata la consapevolezza che non si può più

PERDERE TEMPO

•    Trafficando con i surrogati dei partiti , trasformatesi in buoni meridionali da palazzo e non alternativi al sistema come saremo Noi meridionali;

•    Con le solite politiche autonomiste trascurando il vero problema del nostro paese: l’indipendenza di un  territorio (le due sicilie) dalla mala pianta dei partiti che lo hanno depredato, degradato, inquinato e penalizzato;

•    Con le manifestazioni della Falsa Unità d’Italia, finanziate da questo Stato antidemocratico e responsabile della sola crisi economica-ambientale-culturale e sociale di una sola parte > il meridione

•    Con gli abusi di uno stato che continua ancora a negarci tutto il demanio scippato, proprio, 150 anni fa

Alla Unanimità dei presenti, circa 10 associazioni e movimenti presenti in tutte le regioni della penisola, si è deciso di passare ad una nuova fase di unificazione di tutte le forze meridionali per portare l’intero popolo alla conoscenza e coscienza di come potremmo rinascere in un Paese libero senza condizionamenti culturali, economici e politici

                  APPROVANDO UNA PRIMA RISOLUZIONE

I partiti del Sud riuniti in Gaeta il17 e 18 ottobre 2009, firmatari della presente risoluzione, nell’approvare i documenti presentati nel corso dell’assemblea (che alleghiamo) hanno determinato:

1.    di riaffermare con forza e determinazione il bisogno di riscatto della permanente dipendenza post unitaria del Sud attraverso una mobilitazione delle risorse sane che hanno a cuore la rinascita, economica, politica, sociale e culturale del Sud e della comunità meridionale.

2.    di riaffermare la netta distinzione dei movimenti meridionalisti da partiti e gruppi di potere che hanno reso il Sud colonia di Roma e del nord e, pertanto, non vi sarà alcuna collaborazione con il sistema partitocratrico.

3.    di promuovere un esecutivo unitario costituito dai responsabili dei soggetti firmatari della presente risoluzione incentrato su un patto di unità d’azione, politica, culturale ed elettorale dai movimenti rappresentati.

4.    di avviare a breve il processo che dovrà condurre, attraverso una COMMISSIONE COSTITUENTE ad una serie di organismi tra cui il parlamento del sud quale momento di confronto, proposta ed azione.

5.    di pervenire ad una denominazione unitaria che, pur mantenendo in vita, ogni singola espressione, li impegna a condividere un comune percorso politico, ivi compresa la partecipazione alle elezioni con una singola denominazione ed un unico simbolo, a partire  dalle elezioni della primavera 2010, se siraggiungono le condizioni di fattibilità.

6.    l’unità dei partiti del sud riafferma la volontà di perseguire l’indipendenza culturale, politica, economica, ed identitaria delle due sicilie sotto ogni forma e strategia politica.

7.    i partiti del sud in riferimento al nefasto anniversario dei 150 anni di “unità” di organizzare una serie di iniziatie rivolte a sensibilizzare il Popolo meridionale sulla menzogna storica.

I firmatari:

Partito del Sud, Sud Libero, Insorgenza, L’altro Sud

Uniti per il territorio, Sud Indipendente, Alleanza per Sud, Movimento Meridionalista, associazione due sicilie in fiore

ALLEGHIAMO I DOCUMENTI APPROVATI DAI PARTITI DEL SUD, ALLA CONVENZIONE NAZIONALE TENUTA A GAETA IL 17 E 18 OTTOBRE:

1)Documento approvato all’unanimità per essere letto ed interpretato dal presidente peppe 40 alla convenzione di Gaeta il 17 e 18 ottobre.

Speriamo che quaranta, questa volta venga ascoltato, e si possa finalmente voltar pagina, eliminare qualsiasi pregiudizio e si faccia almeno qualcosa per le regionali del 2010.

>>> Uno stato fondato sulla menzogna

Non è il nostro Paese ideale

Non  si può cancellare la Verità per 150 anni

e continuare a mentire spudoratamente

è solo un atto criminale contro tutti i popoli

sottomessi e annessi all’ITALIA,

sia con la forza che con i tradimenti.

Noi, due sicilie siamo un popolo libero

E vogliamo essere rispettati e riconosciuti

per quello che siamo

DUOSICILIANI oppure NAPOLETANI

QUINDI A NOI, CI MANCA LA LEGALITA’ E LA LIBERTA’

NOI DEL SUD, SIAMO PENALIZZATI DAL PALAZZO

che chiameremo CENTRO

CHE NON E’ SOLO LADRO E’ ANCHE CRIMINALE

“ ci hanno derubato di tutti i nostri Valori…

dal denaro trafugato nelle nostre  Banche

alle industrie manifatturiere nell’anno 1860,

dal demanio ai terreni fertili delle campagne;

dal terrorismo garibaldino e piemontese sino ai  mercenari ungheresi e ai delinquenti comuni

scarcerati per controllare il territorio,

dalla cacciata dal nostro paese alla deportazione

di interi nuclei familiari al nord per lavorare e arricchire un nord misero e sottosviluppato;

dalla lotta contro i nostri patrioti, da loro chiamati briganti, per distruggere qualsiasi memoria -

dignità – ideale - resistenza .

INSOMMA UNA VERO E PROPRIO

ELETTROSHOK GENERALE

eseguito scientemente sul popolo meridionale:

ne ammazzi uno di brigante e nel contempo

ne “educhi” 1000 di meridionali dell’epoca.

NON E’ CAMBIATO NIENTE IN 150 ANNI

OGGI, ne premi uno (privilegio-clientelismo-abusivismo-corruzione) ed ecco che migliaia vogliono la stessa cosa.

Per questa brutta storia, tantissimi meridionali pagarono

con la vita per essere stati fedeli al proprio Paese:

1.    vennero lasciati morire nelle carceri per

        non aver accettato la divisa piemontese;

2.    interi paesi del sud vennero bombardati

   per non aver voluto onorare il tricolore;

3.    donne bambini anziani bruciati vivi

   per  essere duosiciliani;

4.    meridionali obbligati a servire un’altra patria

       per essere massacrati nella guerra del 15 e 18.

UN PAESE, QUESTA ITALIA, NATA DA INTRIGHI INTERNAZIONALI, DA VIOLENZE CONTRO LE COMUNITA’ MERIDIONALI

E SOPRATTUTTO DA TRADIMENTI, SIA MILITARI CHE BARONALI,

IL TUTTO CONDITO DA UNA NUOVA FORZA CHE NOI CHIAMEREMO DELINQUENZA ORGANIZZATA

LO STATO ITALIANO SI SERVI’ DI QUESTA BRUTALE FORZA PER DIFENDERE, SIA, TUTTO QUELLO CHE AVEVA RUBATO A NOI MERIDIONALI, SIA, TUTTO LO SCEMPIO CHE AVEVA COMBINATO NELLE DUE SICILIE.

NON A CASO, OGGI ABBIAMO IN SICILIA LA MAFIA, IN CALABRIA LA NDRANGHETA, IN CAMPANIA LA CAMORRA E LA SACRA CORONA UNITA IN PUGLIA, E IN QUESTI 150 ANNI, LO STATO HA SEMPRE TRATTATO CON COSTORO, ATTRAVERSO UN GRAVISSIMO E CATTIVO COMPORTA -MENTO >> (CONSENTENDO LA RIPRODUZIONE DI ILLEGALITA’ E FAVORENDO OGNI QUALVOLTA AZIONI CRIMINALI CONTRO CHIUNQUE TENTA DI APRIRE GLI OCCHI ANCHE AI MERIDIONALI).

Tutti i popoli che vivono nella penisola non intendono sottostare a qualsiasi governo che abbia contatti con la delinquenza organizzata.

Ecco perche’ Noi libereremo il nostro Paese dal malaffare e soprattutto da una colonizzazione che dura da troppo tempo (150 anni)   mentre loro si preparano a festeggiare 150 anni di menzogne

Noi dobbiamo agire contro le loro armi, che sono:

LA STAMPA…….Che ci manipola e tenta di annullarci definitivamente

Anche la nostra, non scherza !        ha da tempo censurato qualsiasi nostra opinione e non è disposta nel farci formare opinioni, cerca  spasmodicamente di assomigliare a quella di Regime (parassitaria).

LA GIUSTIZIA …..che giudica da sempre “politicamente” utilizzando le peggiori leggi dei Savoia, dei Fascisti sino al Fascio dei Partiti.

A Taranto, proprio una malagiustizia ha consentito il fallimento di una Città e la delinquenza politica si è ben inserita nelle Istituzioni, dai comuni alle province, alle regioni sino nello stato.

Costoro sono contro il popolo meridionale, per questo danneggiano le nostre risorse, non vogliono alcun turismo competitivo, perché sanno di non poter aver alcuna possibilità nè confronto con una risorsa inesauribile, qual è il nostro mare, il sole, il clima, l’ambiente e soprattutto le nostre comunità, le prime in ospitalità e ingegno.

LE INDUSTRIE INQUINANTI che ammazzano le nostre genti (tumori) e persino gli animali (pecore), insistono sul nostro territorio e ricattano fortemente il sud.

Noi meridionali alle ultime elezioni eravamo l’unica voce del sud contro la colonizzazione di un nord inquinatore che ha desertificato le nostre terre, “massacrando” così come faceva nel 1860, le nostre genti attraverso il male oscuro: il cancro \ tumore

Anche qui, il regime ci ha contrapposto persone che dovrebbero stare con NOI

>> contro di loro :

                                   gli ambientalisti.

Ora, Sarebbe indispensabile iniziare unitariamente,

cioè in tutti i luoghi e non come adesso,

che ognuno fa quello che le pare….

>> Una Forte campagna di “liberazione” contro la delinquenza politica che ha degradato una intera comunità, da tutti i punti di vista, da quello economico, ambientale, morale, culturale, sociale e soprattutto politico.


Dovremmo iniziare a svegliarci per farla finita di questa vita vissuta in una colonia, dove una minoranza sostenuta dai poteri forti, da un fascio di partiti colonizzatore e monopolista, riesce a dissestare città, come Taranto-Napoli-Catania, consente abusivismi, speculazioni e inquinamenti alle aziende chimiche-industriali-elettriche e di rifiuti per degradare tutto e tutti.

Non possiamo condividere le scelte di alcuni ……Eletti

Esponenti  qualificatesi meridionali, ma certamente funzionali all’attuale Fascio dei Partiti, laddove abusano della simbologia meridionale e agiscono, sia.  per annettere, così come ha fatto la lega di bossi al nord, piccoli e grandi movimenti nella propria “lega meridionale” confondendo i tanti che non hanno mai sacrificato alcuna energia per il proprio Paese,           sia, per creare polemiche / spaccature, con  strani inserimenti di personaggi calati all’interno dei movimenti meridionali, proprio per farci perdere tempo e non riuscire a presentare liste in tutta Italia.

A costoro, >> Lombardo & Poli Bortone e Cito, che hanno già un grande potere nelle Istituzioni, non per meriti per aver rilanciato il Sud, ma al contrario, solo per essere stati nominati dai poteri forti >>> che noi chiamiamo PADRONI (berlusconi-franceschini.casini), a costoro, noi di sud libero e non solo, diciamo di non essere italiani disposti ad aiutare il sud, ma al contrario siamo del sud (2sicilie) e non vogliamo in questa fase delicata, alcun moderatismo, infatti si trova su costoro,

nascondono sotto la maschera il vero volto di questi personaggi (ex fascisti-democristiani, ex sindaci-deputati), veri e proprie cinghie di trasmissione con il fascio dei partiti. (vecchi partiti e vecchi padroni dell’italia antidemocratica e parassita).

Noi meridionali dobbiamo delegittimare questa Italia, gestita da sempre (150 anni) da incapaci, perché nata illegalmente, da abusi, violenze e ingiustizie che ancora perdurano.

Noi meridionali dobbiamo dimostrare a questa Italia di essere capaci, totalmente liberi e altamente democratici, perché nati autonomi e indipendenti e quindi, privilegiano fortemente la lealtà, legalità, la nonviolenza e la giustizia.

La giornata del 17 e 18 ottobre potrebbe essere ricordata da tutti per aver messo la prima pietra sulla rinascita del sud e su come i patrioti presenti saranno capaci a darci quel coraggio che serve per combattere l’invasore.

Per l’esecutivo, pompilio rizzello, vice presidente

Torre colimena, 15 ottobre 2009

22)Proposta di sud libero dopo aver ascoltato e condiviso quasi tutti gli interventi alla convenzione di gaeta del 17 ottobre 2009

•    la convenzione dei partiti del Sud approvano:

1.    i documenti del Partito del Sud, di Sud Libero, di Insorgenza, dell’altro sud, etc.;

2.    le conclusioni : le realtà meridionaliste decidono di unirsi costituendo un provvisorio ESECUTIVO UNITARIO formato da 2\3 elementi per ogni associazione che si interesserà sia, di raccogliere le firme per presentare le liste alle regionali del 2010, sia di raccogliere contributi finanziari usando tutti i mezzi della autogestione e solidarietà, sia di organizzare iniziative, convegni e forum  e una COMMISSIONE COSTITUENTE che dovrà trattare la nascita di organismi unitari e necessari alla sovranità dei meridionali, quali il Parlamento del Sud o di un Autogoverno.

le QUATTRO decisioni inderogabili:

i partitit del sud non saranno mai disponibili con un qualsiasi esperimento nato dal fascio deipartiti;

i partiti del sud perseguono l’indipendenza delle due sicilie;

i partiti del sud organizzeranno in tutte le città il nefasto anniversario dei 150 anni di invasione SAVOIARDA – FASCISTA – REPUBBLICANA;

i partiti del sud consegneranno al popolo meridionale tutto il demanio scippato dagli invasori e occultato dai repubblicani.

ATTENDIAMO COPIA DEI DOCUMENTI DEL PDS - INSORGENZA - ALTRO SUD ED ALTRI

nell'attesa salutiamo tutti coloro che vogliono intervenire per rafforzare  l'unita' dei meridionali

per il presidente Peppe 40, l'addetto stampa di sud libero - eviliano







vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].