Eleaml


L’ARMA FINALE

di Emilio Zangari

Sono tante le armi che, in questi 148  lunghissimi anni, sono state usate contro le Due Sicilie; ci sono state armi dall’apparenza innocua, come carta e penna, con  cui si affermava la “negazione di Dio”; si è usata la corruzione, si è favorita l’avidità e si è  tramato nell’ombra come solo i vigliacchi sanno fare.

Poi è stato il momento della polvere da sparo, sulle  nostre montagne, contro i nostri contadini poveri  fino  agli spalti di GAETA contro i nostri Soldati,  senza nessuna pietà o rispetto per le regole internazionali, ma da certa gente non ci si poteva aspettare molto. L’acciaio ha fatto la sua parte, con le teste tagliate e esposte fuori dai nostri paesi per ricordare la bontà dei “fratelli d’italia”.

Fatta l’unità si è pensato prima ad usare il furto, rubando tutto quello che si poteva, e poi, per il popolo, si è pensato ad un’altra arma, l’emigrazione. Milioni di persone costrette ad andarsene dalla propria terra, lasciando familiari, amici, luoghi di nascita, impoverendo una terra dei suoi frutti migliori, tutto per volontà del vincitore.

Il lavoro è poi continuato con un opera di demolizione delle capitali delle Due Sicilie; NAPOLI, la città più luminosa d’Europa, ridotta, con un lavoro paziente, a capitale dei rifiuti, e PALERMO, ridotta con un lavoro altrettanto paziente a capitale mafiosa.

Penso che tanti Duosiciliani potrebbero allungare questa lista di armi usate contro di noi, ma presto un’altra arma entrerà in azione, un arma all’apparenza “giusta”, o così vorrebbero farci credere; che potrà portare frutti a tutti, dicono in tanti; che premierà chi merita di essere premiato.

Quest’arma si chiama Federalismo Fiscale;

potrà essere per il Sud come la bomba di Hiroshima, oppure essere la classica goccia dell’altrettanto classico vaso, che finalmente ci farà reagire. Ma che sia  o una o l’altra cosa, saremo noi a doverlo decidere, dipenderà dalle nostre reazioni, dal comportamento che noi terremo verso chi proporrà questo, da quello che vorremo in cambio, dalle proposte che faremo e dalla forza che a queste proposte sapremo dare.

Se sapremo, tutti insieme, proporre un progetto che , basato sull’autonomia fiscale, ci possa rendere indipendenti e non più bisognosi della carità che ci giunge dallo stato, e dare forza a chi vorra portare avanti questo progetto, il federalismo fiscale potrebbe essere la cosa migliore che ci possa capitare, ma se non ci sarà nessuna reazione il federalismo fiscale sarà l’arma finale che sarà u sata contro di noi.

Zangari Emilio - Comitati Due Sicilie-Lombardia


La lettera di Emilio è stata pubblicata anche  da
Il Mattino di Napoli il 20 luglio 2008

ez_federalismo-fiscale


comitati2sicilie











vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].