Eleaml



Vincenzo Ciorciari

Storie dei

Sanseverino nella

Storia del Meridione

Occorrono una grande passione per la storia e tante energie per portare a termine le necessarie ricerche per un'opera del genere.

Chi si interessa della storia di una delle più potenti famiglie meridionali, quella dei Sanseverino, d'ora in avanti non potrà prescindere dalla consultazione del monumentale  lavoro di Ciorciari.

Eventuali richieste verranno girate direttamente all'autore Vincenzo Ciorciari.



Zenone di Elea – 25 Luglio 2012

Sassano: Ciorciari racconta la storia della famiglia Sanseverino di Michele D’Alessio - 24 Aprile 2011

Fonte:

http://www.dentrosalerno.it

Sassano: Ciorciari racconta la storia della famiglia Sanseverino

Michele D’Alessio

24 Aprile 2011


Venerdì 22 Aprile, in una Sala Consiliare di Sassano, gremita in ogni ordine di posti, ad una platea particolarmente interessata, Vincenzo Ciorciari, documentarista e autore di numerosi testi storici locali, ha presentato “ Storie dei Sanseverino nella Storia del Meridione” la sua ultima fatica letteraria, nel senso della parola, come ha affermato l’autore stesso.  “ Il libro è frutto di un lavoro di ricerca che mi ha impegnato alcuni anni, tra archivi di stato e privati, biblioteche con la visione e la lettura di migliaia di testi antichi e documenti inediti”.

A presentare l’anteprima del libro ed a omaggiare l’autore, ci sono stati anche il Sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, particolarmente fiero di questa opera letteraria, che ha sottolineato con forza che opere come queste sono alla base della cultura di un paese; il sindaco di Potenza Vito Santarsiero, che nel suo lodevole intervento ha raccontato l’importante presenza della famiglia Sanseverino per il Meridione e per il territorio di Potenza; il Prof. Carmine Pinto, docente dell’Università di Salerno, che ha fatto un veloce excursus degli argomenti trattati nell’enciclopedico testo, da chi erano i Sanseverino, una delle più ricche famiglie del Meridione, fino alla forza e peso politico del loro Principato, condite dalle storie dei personaggi di corte. Mentre l’on. Donato Pica e il Dott. Calandriello hanno rimarcato il valore della cultura per un paese e di chi non ha fatto perdere e fa perdere queste tracce storiche, come i piccoli storici di ogni villaggio. Considerazioni ultime, che sono state riprese dal senatore On. Alfonso Andria, nelle sue conclusioni, e dell’enorme sforzo che Lui doveva fare, quando era Presidente della Provincia (1995-2004), per valorizzare l’immenso patrimonio culturale di Salerno, con le poche risorse a disposizione. Mentre l’intervento dell’autore, si è limitato ai saluti e ai ringraziamenti e a qualche breve considerazione sul libro, come ha detto anche lui scherzosamente “…del libro hanno già detto tutto gli ospiti intervenuti, a me non resta che salutarvi e ringraziarvi, e dire qualcosa senza tediarvi, per giustificare la mia presenza…”.

Il libro si presenta semplice, sulla copertina non ci sono immagini o foto, solo il titolo e il nome dell’autore, manca pure la biografia dell’autore, perché come dice Ciorciari “… non è importante chi scrive il libro, l’importante il contenuto”, ma su questo abbiamo sentito l’opinione del Giornalista –Critico Pietro Cusati, amico d’infanzia dell’autore. “Lo scrittore Vincenzo Ciorciari, animato da un profondo amore per Sassano e per lo zio Pasquale Petrizzo, dopo aver dato alle stampe nel mese di maggio dell’anno scorso il pregevole volume ‘’Così parlava Sassano’’, interamente dedicato al dialetto sassanese, dopo alcuni anni di approfondite ricerche, quest’anno ha pubblicato un corposo quanto interessante libro sulla storia del Meridione, focalizzando l’attenzione sulla famiglia dei Sanseverino.

Un libro che trasuda passione dell’autore per la illustre casata ed ha richiesto anni di studio ed un certosino impegno nella ricerca di particolari che non si rinvengono nei comuni libri di storia che trattano come ama definirla l’autore ‘’L’età dell’Oro’’.Ovviamente tutta l’opera,composta di 642 pagine, ha destato in me un vivo interesse ma i capitoli sulla congiura dei Baroni e sulla Principessa Costanza mi hanno fatto rivivere la kermesse dianese ‘’Alla tavola della Principessa Costanza’’che si svolge a Teggiano ogni anno l’11 -12 e 13 agosto ed in cui da alcuni anni rappresento, come figurante, nello storico corteo il Doge. Saper vivere con piacere il passato è come vivere due volte.Il libro di Vincenzo Ciorciari è di grande ausilio ad una migliore conoscenza della storia del nostro territorio e del Meridione e che in tempi di federalismo può essere benissimo adottato nelle Scuole e nelle Università non solo del Sud’’.












vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del Webm@ster.