L'unità d'Italia è una beffa, che comincia con una bugia.
Due Sicilie
  Eleaml


io nun me scordo

I Dubbi e i timori

di Andrea Balìa

(se vuoi, puoi scaricare l'articolo in formato RTF o PDF)

Napoli, 23 Settembre 2008


Cari compatrioti leggo con interesse della partecipazione dei CDS alla festa del MpA a Napoli, a fronte di un invito ufficiale.

Premesso che :

1)l’essermi sentito per telefono poco prima delle vacanze con Fiore Marro è stato un piacere, ed è servito ad instaurare un rapporto cordiale e civile, come deve sempre essere tra persone perbene che lottano e lavorano per il nostro Sud, fieri d’una storia ed un’appartenenza comune pur nell’inevitabile distinguo di alcune posizioni od estrazioni;

2)ho avuto modo d’apprezzare il movimentismo produttivo dei CDS e la proliferazione di tutta una serie d’iniziative meritorie su cui non si può che condividerne il senso e sottolinearle come degne di plauso;

3)non si può non sottolineare con piacere la crescita di sezioni e dipartimenti che denotano uno spirito organizzativo davvero notevole;

4)va fatto un ulteriore complimento al sito dei CDS per l’aggiornamento continuo che lo distingue fra i più vivaci fra quelli di movimenti ed associazioni meridionaliste.

Restano altresì alcuni dubbi che mi permetto esternare, non per spirito di sterile polemica, ma per desiderio di comprensione e confronto, con obiettivo unicamente costruttivo :

1)la necessità d’esserci in politica è totalmente condivisibile e direi addirittura improcrastinabile, ma molti dubbi mi restano sull’opportunità di ricercare alleanze o apparentamenti con l’Mpa. L’estrazione di questo movimento in Sicilia nasce da alleanze molto discutibili (vedi Cuffaro ecc…), ed anche in Campania la figura di un Enzo Scotti non è certamente un gran vanto essendo questo signore un vecchio appartenente della Prima Repubblica e d’una parte politica che fece del voto di scambio il suo credo. Quindi la sua nuova verginità politica si presta ad una credibilità molto debole.

2)ritengo che il dovere ricercare o sopportare alleanze a destra e/o a sinistra dovrebbe forse essere un eventuale male d’un secondo momento, dopo essersi fatti ben conoscere sul territorio ed aver raccolto significativi e corposi consensi. Farlo da subito, in prima battuta, forse è un po’ svendere subito l’anima al diavolo.

3)credo che stare con la sinistra o la destra sia comunque un errore per il Sud, ma stare in particolare in una parte che è alleata con la Lega è (almeno per il sottoscritto) insopportabile e non digeribile neanche a fronte di dosi massicce di “bicarbonato”. Direi lo stesso ovviamente se la Lega stesse dall’altra parte! Immagino che, se pur apparentemente utopico, la vera novità spendibile presso la gente sia (almeno per ora) stare fuori dalle due parti.

4)ritenete davvero che eventuali istanze pro Sud siano spendibili dal MpA presso i suoi attuali alleati? Il peso esiguo e la forza di formazioni come la Lega le trancerebbero sul nascere. Il rischio è di rendersi autori d’una serie d’infanticidi!

5)l’MpA è un movimento rappresentativo d’una regione a statuto autonomo come la Sicilia, e ciò gli permette d’ottenere cose che da noi non passerebbero di certo.

Insomma, cari amici, la mia onestà intellettuale mi impone d’esternarVi dubbi che al momento mi appaiono senza risposte convincibili, ma ciò non mi vieta d’augurare ai CDS splendidi e significativi risultati che possano smentire il mio pessimismo.

Andrea Balìa


















Creative Commons License
FORA... by Nicola Zitara is licensed under a
Creative Commons Attribution-Noncommercial
No Derivative Works 2.5 Italy License
.
Based on a work at www.eleaml.org.


You may copy pages from this site on the following conditions:
  • The article must be published in its entirety without any modification.
  • This is how the link should then look...
  • Article authored by Nicola Zitara and first published on “Fora” – eleaml.org







vai su






Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].