Eleaml



"La Repubblica" - 30 agosto 2004

Primo bilancio dopo gli incidenti durante la manifestazione
41 agenti feriti. I manifestanti lasciano il presidio di Pantano
Acerra, 4 arresti e 11 denunce dopo gli scontri al corteo di ieri
Processo per direttissima oggi a Nola
Acerra, gli scontri ai margini del corteo

 

NAPOLI - Quattro persone arrestate e undici denunciate in stato di libertà: è un primo bilancio dell'attività di indagine svolta dalla polizia sugli incidenti avvenuti ieri ad Acerra durante la manifestazione contro il termovalorizzatore. Sono complessivamente 41 gli uomini delle forze dell'ordine rimasti feriti ieri durante gli incidenti.


All'indomani dei disordini e i tafferugli, i manifestanti hanno intanto lasciato il presidio di Pantano dopo circa 14 giorni.


Questa mattina nella zona del cantiere del termovalorizzatore c'erano solo gli uomini delle forze dell'ordine.


Gli agenti continuano a vigilare lungo le strade di accesso all'area dove sarà realizzato il contestato termovalorizzatore.


Tre degli arrestati sono di Acerra, uno è residente nel comune di Brusciano. Si tratta di due incensurati e due pregiudicati. Sono accusati di violenza e lesioni a pubblico ufficiale e violazione di una norma del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, che riguarda il mancato rispetto dell'ordine di scioglimento dell'assembramento.


Tra gli arrestati c'è anche un uomo accusato di aver provocato, con un pesante sasso, la frattura del piede di un funzionario di polizia e uno che è stato visto scagliare una balla di fieno data alle fiamme contro lo schieramento delle forze dell'ordine.


Nei confronti dei quattro si svolgerà oggi, davanti al tribunale di Nola, il processo per direttissima. I reati contestati alle undici persone denunciate sono di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.


Fonti della questura smentiscono intanto le voci secondo le quali alcuni lacrimogeni sarebbero stati lanciati da un elicottero della polizia: "E' impossibile, del resto è anche vietato dalle norme di sicurezza".


 

 

Torna su

Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del [email protected].