L'unità d'Italia è una beffa, che comincia con una bugia.
Due Sicilie
  Eleaml


In Sicilia tre agricoltori in sciopero della fame
La rivolta di Chlihat Entra in vigore accordo UE-MAROCCO
Accordo UE-MAROCCO (Parte 1) Accordo UE-MAROCCO (Parte 2)

La rivolta di Chlihat

di Angelo D'Ambra

(se vuoi, puoi scaricare l'articolo in formato ODT o PDF)

25 Giugno 2012


Temevamo che il Marocco non avrebbe vissuto nessuna rivolta popolare contro il famigerato accordo con l’UE risultato di un più ampio lavoro di land gabbing iniziato negli anni Novanta. Ed invece il 17 giugno a Larache la popolazione di Chlihat è insorta contro la cessione senza indennizzo di migliaia di ettari demaniali ad una multinazionale spagnola per la realizzazione di uno stabilimento destinato alla raccolta del riso. L’accordo tra le parti prevedeva l’assunzione di 400 lavoratori del posto, ma solo 17 ne sono stati ingaggiati. 

Al termine del tumulto si sono contati un numero indefinito di arresti e feriti e la polizia ha inteso occupare l’intero abitato per proteggere l’azienda spagnola. Si hanno poche notizie al riguardo, il governo ovviamente tende a tacere simili episodi. 

Qualche giorno prima della rivolta l’europarlamentare Cristina Muscardini di FLI aveva affermato che il Marocco non ha vissuto la “primavera araba” perché il sovrano è stato capace di attuare “riforme migliorative” e che “in Italia c’è stata un’interpretazione errata dell’accordo” perché il “Marocco importerà in Europa in quei periodi dell’anno nei quali da noi non si coltivano e producono determinati ortaggi”. In realtà alcuna precisazione di questo tipo è presente nell’accordo ed appare pretestuosa perché le colture mediterranee conoscono grossomodo gli stessi cicli stagionali, per non parlare poi della pesca. 

La parlamentare ricordi che la stessa Commissione europea per l’agricoltura e lo sviluppo rurale ha espresso parere negativo sull’accordo. Lo ribadiamo: la privatizzazione dei terreni demaniali marocchini finanziata dall’UE ha portato in Marocco centinaia di multinazionali europee; queste stesse hanno poi strappato al Parlamento l’accordo con cui intendono affermare le loro produzioni sottocosto sul mercato UE a svantaggio delle economie dei paesi comunitari del Mediterraneo primo fra tutti il Meridione e a svantaggio degli stessi marocchini in balia delle multinazionali.

Il link della rivolta di Chlihat

http://www.youtube.com/watch?v=N2a4B2-9bsg


SENATO APPROVA MOZIONE GRANDE SUD SU ACCORDO UE-MAROCCO - 10/05/2012








Creative Commons License
This article by eleaml.org
is licensed under a Creative Commons.







vai su






Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del web@master.